Il Parlamento Europeo segue la linea di alcuni stati degli USA e prepara una norma volta a garantire il diritto alla riparazione dei dispositivi tecnologici.

In base a questa proposta, device come iPhone, iPad e Mac dovranno essere più facili da riparare e non dovranno avere alcun tipo di obsolescenza programmata. In termini di assistenza, Apple è una delle migliori aziende al mondo, ma una volta terminata la garanzia i costi possono essere davvero alti. E per gli utenti è difficile poter effettuare una riparazione fai-da-te.

Il Parlamento Europeo vuole invece garantire ai consumatori la possibilità di avere prodotti durevoli e che possono essere facilmente riparati e aggiornati. questi dispositivi devono essere:

  • Robusti, facilmente riparabili e di buona qualità, con criteri minimi di resistenza
  • Se una riparazione richiede più di un mese, la garanzia deve essere estesa per il relativo tempo di riparazione
  • Gli Stati devono incentivare la produzione di prodotti durevoli e facilmente riparabili, facilitando anche l’assistenza di terze parti
  • I consumatori devono essere messi nelle condizioni di poter riparare indipendentemente un loro dispositivo
  • I componenti essenziali come le batterie non devono essere fissati ai prodotti, se non per ragioni di sicurezza
  • Le aziende devono mettere a disposizione pezzi di ricambio per i componenti più importanti dei dispositivi.
  • Sarà introdotta la definizione di “obsolescenza prevista” che dovrebbe eliminare il fenomeno dell’obsolescenza programmata

Cosa ne pensate?

Link all’articolo originale: L’UE vuole favorire le riparazioni in-house

Annunci