Le Bowers e Wilkins P7 sono delle cuffie di fascia medio-alta capaci di offrire agli utenti un’esperienza d’ascolto pulita, limpida e impeccabile. Abbiamo provato delle cuffie di fascia alta, davvero difficili da battere nella loro fascia di prezzo e capaci di offrire agli utenti un’esperienza d’ascolto pulita, limpida e impeccabile.

Cosa rende una cuffia “premium”? Il marchio? I materiali? La qualità d’ascolto? Sicuramente un sapiente mix di questi elementi.

Partiamo dalla confezione delle Bowers e Wilkins P7, realizzata in modo piuttosto semplice e pulito, e dalla sua dotazione. Al suo interno infatti troviamo una comoda e morbida pochette-custodia per il trasporto, un cavo audio jack da 3.5mm, il cavetto micro-USB per la ricarica e, chiaramente, le cuffie top del famoso produttore.

La cuffia Bowers e Wilkins P7, di tipologia sovraurale, si caratterizza per un design molto sobrio ed elegante, eppure ricercato e con tanti particolari studiati attentamente. I padiglioni, realizzati in pelle, sono morbidissimi, così come anche l’imbottitura dell’archetto.

Bellissimi alla vista e al tatto i profili in metallo che donano alla cuffia un aspetto premium molto interessante. I cavetti che arrivano alle cuffie sono rivestiti in tessuto quindi sono ancora più interessanti considerando la resistenza nel tempo di un prodotto simile. Non mancano i pulsanti per regolare volume e riproduzione e due microfoni per eseguire le chiamate.

Purtroppo i microfoni, parlando in termini di prestazioni sonore, non riescono ad isolare benissimo i rumori ambientali e non garantiscono la migliore forma di comunicazione in quanto fanno passare più suoni e rumori del previsto. In ogni caso, queste cuffie sono state studiate appositamente per l’ascolto multimediale e quindi le chiamate non sono una priorità. E’ una caratteristica che va valutata, certo, ma non influenza più di tanto la valutazione complessiva del prodotto.

Da segnalare la presenza dei padiglioni auricolari rimovibili, con attacco magnetico, che permettono quindi all’utente di accedere anche al connettore jack da 3.5mm, non visibile dall’esterno della cuffia. Molto belle le targhette con il logo presenti sui lati delle cuffie. Altro aspetto che avvalora l’anima premium delle P7 è la fluidità del movimento che permette alle cuffie di essere ripiegate per il trasporto.

Sto scrivendo questa recensione durante una delle tante sessioni di ascolto che mi hanno accompagnato in questi giorni di prova e posso, felicemente, confermare le impressioni che vi sto scrivendo contemporaneamente all’ascolto stesso.

L’audio delle Bowers e Wilkins P7 è pulitissimo, le frequenze sono molto bilanciate e forniscono una piacevolissima esperienza d’ascolto anche ai volumi più alti. I bassi sono corposi e sono presenti nella giusta misura, nel senso che non vanno a snaturare il brano così com’è stato pensato in origine, i medi sono ben calibrati e non restituiscono quel fastidioso effetto che solitamente può esserci in cuffie così chiuse e gli alti sono cristallini e ben definiti.

Insomma, è difficile trovare difetti nelle performance audio di queste Bowers e Wilkins P7, sebbene sul mercato ci siano alcuni prodotti di livello più alto e ben più costosi. Considerando la fascia di prezzo, la qualità offerta da queste cuffie è eccelsa, davvero impeccabile. A confronto, tante altre cuffie di pari livello sembrano suonare peggio o comunque in modo non coerente con il prezzo.

A livello di specifiche tecniche troviamo davvero dati interessanti, con due trasduttori da 40 millimetri (full range), il supporto alle frequenze da 10Hz a 20kHz, un livello di impedenza di 22ohm (passiva), una sensibilità di 111dB/V a 1kHz e il codec aptX (con Bluetooth 4.1), immancabile su questa fascia di riferimento. Il pairing è rapidissimo e intuitivo, grazie al pulsante di accensione multi-funzione che può essere premuto facilmente per far partire il processo di pairing.

Piuttosto buona la batteria delle cuffie, da 370mAh che garantisce all’incirca 16-17 ore di ascolto in media. L’autonomia dipende anche dal volume di ascolto, chiaramente solo in modalità wireless. La ricarica non è rapidissima ma non impiega comunque troppo tempo, quindi può comunque risultare comoda anche in viaggio.

La qualità audio non è così diversa dal Bluetooth al cavo, grazie all’impiego del codec aptX, e questo rende le cuffie davvero molto versatili e comode. Il cavo si può usare anche quando le cuffie sono scariche per poter continuare l’ascolto senza rinunciare alla resa sonora che queste cuffie offrono. Soddisfacenti anche durante sessioni di ascolto in ambienti rumorosi grazie al significativo isolamento acustico che, sebbene non isoli completamente dall’esterno con un sistema di noise-canceling attivo, permette all’utente di raggiugnere un isolamento propedeutico ad un buon ascolto.

I padiglioni sono memory-foam capaci quindi di adattarsi alle orecchie degli utenti e quindi a fornire la migliore esperienza d’ascolto possibile, rimuovendo il più possibile i rumori esterni e l’ingresso di aria.

Nella nostra prova ci siamo trovati davvero bene, con una qualità elevatissima, un grande comfort e una versatilità degna di nota grazie alla possibilità di usare il cavo quando la batteria è scarica. Avremmo preferito dei pulsanti realizzati un po’ meglio e più piacevoli da guardare e toccare e un setup microfono capace di isolare meglio la voce dai rumori ambientali, in modo da permettere a chi ci ascolta in chiamata di apprezzare una qualità di comunicazione più elevata. Nel complesso però, si tratta di cuffie davvero difficili da battere, come dicevamo ad inizio recensione, piacevolissime e degne di attenzione. Non a caso sono le top del produttore.

Cuffie davvero ottime quindi, con tantissimi pro come materiali, comodità e qualità sonora e quasi nessun difetto, queste Bowers & Wilkins P7 Wireless sono disponibili al prezzo di listino di 399,99€. Ideali per un ascolto di grande qualità e per accontentare gli utenti più esigenti che cercano una delle migliori soluzioni sul mercato. Per maggiori informazioni e specifiche tecniche dettagliate vi alleghiamo qui il link al sito ufficiale del produttore. Su Amazon si trovano ad un prezzo leggermente inferiore.

Link all’articolo originale: Bowers e Wilkins P7, le cuffie wireless di qualità – RECENSIONE

Annunci