Apple è stata denunciata dalla Universal Secure Registry di Boston per aver violato, con Apple Pay, 13 brevetti.

Apple Pay si sta espandendo mese dopo mese, è infatti di qualche giorno fa il suo arriva anche (finalmente!) in Italia. Ma stando alla Universal Secure Registry di Boston, il colosso di Cupertino, con la sua piattaforma per i pagamenti, avrebbe violato ben 13 brevetti.

apple pay

La Universal Secure Registry ha de sede a Boston e occupa di tecnologia di crittografia. La società ha depositato la denuncia presso la Corte Distrettuale Federale del Delaware. L’accusa è molto chiara: con Apple Pay, Apple avrebbe violato 13 brevetti di tecnologie per l’autenticazione sugli smartphone del servizio e per l’autorizzazione dei pagamenti.

In particolare, il CEO dell’azienda di Boston Kenneth P. Weiss ha dichiarato di aver presentato la tecnologia in questione a VISA nel 2010. L’accordo, della durata di 10 anni, prevede l’utilizzo esclusivo ed, ovviamente, la non divulgazione del sistema. In aggiunta, Weiss ha comunicato di aver fatto una simile proposta anche ad Apple, che però non ha risposto alle email. VISA ha poi iniziato a collaborare con la società di Cupertino per lo sviluppo di Apple Pay.

In definitiva, la Universal Secure Registry sostiene che Apple ha utilizzato 13 brevetti con Apple Pay senza però pagare alcuna licenza.

Via | NYT

L’articolo Apple accusata di aver violato 13 brevetti con Apple Pay proviene da iSpazio.

Annunci