Il produttore di chipset Qualcomm ha presentato una denuncia contro Foxconn e altri tre partner di Apple, accusandoli di aver violato i contratti di licenza e di non aver pagato le royalty dovute.

 

Oltre a Foxconn, sono stati denunciati anche i partner produttivi di Apple Pegatron, Wistron e Compal. Normalmente, la Qualcomm addebita le royalty ai produttori di dispositivi Apple, che vengono a loro volta compensati dall’azienda di Cupertino. Dal mese di aprile, però, Apple ha smesso di pagare questa compensazione e, di conseguenza, anche vari partner produttivi non hanno più pagato le royalty alla Qualcomm.

Nella sua dichiarazione ufficiale, Qualcomm fa sapere che “… mentre noi rispettiamo gli obblighi contrattuali di fornitura, i produttori dicono che devono rispettare le istruzioni di non pagare impartite da Apple“.

Il tutto nasce da una disputa legale iniziata a gennaio, con Apple che ha accusato Qualcomm di aver intascato 1 miliardi di dollari tramite comportamenti non corretti e abuso di potere.

Link all’articolo originale: Qualcomm denuncia Foxconn e altri partner Apple

Annunci