Apple ha brevettato un sistema che prevede l’inserimento di oggetti virtuali in ambienti reali, tramite realtà aumentata.

Questo brevetto dimostra ancora una volta tutto l’interesse di Apple verso le tecnologie di AR, come tra l’altro confermato più volte dallo stesso Tim Cook. In particolare, questo brevetto illustra una serie di tecniche che consentono di rappresentare fedelmente un oggetto digitale in un ambiente reale, con una fusione perfetta tra i due “mondi”. Apple ha dettagliato tecnicamente questa tecnologia, che teoricamente fonde gli oggetti virtuali generati dal computer/smartphone con le immagini nel mondo reale, così da offrire un’avanzata esperienza di AR.

Sfruttando anche l’hardware a disposizione, il brevetto prevede che una sedia virtuale venga automaticamente ottimizzata nelle dimensioni e nelle angolature per poter essere inserita in salotto reale, ad esempio inquadrato tramite fotocamera dell’iPhone. Per arrivare a questo risultato, Apple prevede l’utilizzo di fotocamera ad alta definizione, potenti processori di immagini e un hardware avanzato per la gestione del posizionamento e della posizione. Tutte tecnologie presenti su un iPhone di ultima generazione.

Nel brevetto, Apple spiega che questa tecnologia è ideale per le vendite e i servizi di aziende che lavorano nel settore dell’arredamento e non solo. Il sistema consente anche di cancellare oggetti da una rappresentazione bidimensionale.

Sarà questa una delle novità dei prossimi iOS?

Link all’articolo originale: Apple brevetta un nuovo sistama di integrazione reale-virtuale

Annunci