Negli USA sono aumentate le vittime di incidenti stradali tra le persone che hanno tra i 40 e i 45 anni, soprattutto per colpa degli smartphone utilizzati durante la guida.

Il Consiglio nazionale per la sicurezza stradale ha infatti riferito che, tra i quarantenni, le morti per incidenti stradali sono aumentate del 6% in un anno, mentre i feriti gravi si sale al 7%. Secondo lo studio, questo aumento è stato provocato anche e soprattutto dall’utilizzo degli smartphone durante la guida, che proprio tra i quarantenni raggiunge le vette più alte: l’88% dei guidatori ne fa uso durante i viaggi in auto. In media, i conducenti utilizzano lo smartphone 3,5 minuti all’ora mentre sono alla guida.

Questo comportamento rappresenta un grave pericolo per chi guida e per chiunque si trovi sulle strade, dato che l’utilizzo dello smartphone distrae completamente dalla strada. Gli studi dimostrano che guardare il telefono per due secondi aumenta il rischio di collisione fino a 24 volte e che guidare con uno smartphone tra le mani è pericoloso come guidare da ubriachi.

Link all’articolo originale: L’uso dello smartphone alla guida fa sempre più vittime, soprattutto tra i quarantenni

Annunci